Indietro

Sto Italia è stata qualificata per svolgere le attività di esame per la certificazione Uni 11715.

Martina Roselli - Training Center Sto Italia Visualizzare l'immagine a grandezza piena

Martina Roselli - Training Center Sto Italia

STO è una delle aziende leader di mercato nel settore dell'isolamento termico, un sistema che nel tempo si è evoluto da un punto di vista tecnico e prestazionale. Quali sono oggi le principali problematiche legate alla posa di sistemi a cappotto?


Il primo cappotto Sto in Italia documentato è quello predisposto per una villa a Santa Maria di Leuca: isolata termicamente nel 1992, è ancora bellissima e in perfette condizioni! In Germania, uno dei cappotti Sto della linea StoTherm Classic, in EPS e con malta organica, è stato realizzato su un rifugio in alta quota nel 1964! Parliamo quindi di una tecnologia di consolidata efficacia in termini, non solo di risparmio energetico, ma anche di funzione protettiva della struttura costruttiva, in grado di assicurare la durabilità del manufatto edilizio e di aumentarne il valore immobiliare.

Per poter assolvere alla sua funzione nella maniera più completa, è fondamentale l’individuazione della soluzione a cappotto più idonea in relazione alle condizioni del supporto e alle esigenze costruttive, affidandosi solo a sistemi certificati ETA, a una corretta progettazione di tutti i particolari costruttivi e, soprattutto, a una posa a regola d’arte!

Un cappotto correttamente realizzato contribuisce a diradare la frequenza degli interventi di manutenzione in facciata e ad oggi costituisce la soluzione più efficace per il risparmio energetico, con benefici verificabili subito in bolletta e nel comfort abitativo percepito, con il vantaggio di usufruire degli incentivi fiscali Ecobonus.

Oggi le innovazioni che le aziende più avanzate hanno prodotto, frutto di importanti investimenti nella Ricerca e Sviluppo, hanno permesso un continuo avanzamento del settore. Necessariamente, l’innovazione tecnologica deve andare di pari passo con l’aggiornamento continuo degli applicatori e con lo sviluppo delle competenze. Si tratta di agire tutti per il bene comune: affinché, si possano realizzare edifici duraturi nel tempo, che diano il massimo comfort abitativo e ad alto risparmio energetico.


Quale vantaggio può portare la certificazione dei posatori nell’ambito di mercato e della concorrenza?


La norma Uni 11715 pubblicata a giugno 2018 definisce, per la prima volta in Italia, i requisiti dei posatori di sistemi di isolamento termico a cappotto. Ciò rappresenta una grande opportunità per tutti gli applicatori, che possono così acquisire un titolo dal valore riconosciuto, per certificare la propria attività professionale ed esperienza applicativa. I posatori certificati possono differenziarsi dalla concorrenza e presentarsi come installatori qualificati, fidelizzando i propri clienti e acquisendone di nuovi. Le imprese possono così garantirsi uno sviluppo sostenibile, con un orientamento di lungo periodo. È importante sottolineare che l’adesione alla norma (al momento volontaria), concorre a elevare il livello della manodopera in Italia, un obiettivo su cui ci siamo impegnati molto, sensibilizzando il mercato verso la scelta di operatori qualificati per l’esecuzione degli interventi di isolamento termico a cappotto. Soltanto la diffusione di un atteggiamento virtuoso nel nome di valori come la qualità, il rispetto delle regole e delle norme, unitamente all’utilizzo di sistemi certificati con ETA (European Technical Approval) e comprovati da decenni di applicazioni, può favorire il mercato dell’isolamento termico a cappotto, per il bene di tutti: degli investitori, che possono fare scelte al riparo da rischi, sicuri di recuperare in brevissimo tempo il valore dell’investimento; e degli architetti, che possono affidare il progetto a operatori preparati, in grado di dare un valore aggiunto alla realizzazione dell’intervento.


STO è stata qualificata da ICMQ organismo di valutazione per svolgere le attività di esame per la certificazione Uni 11715. Dove vengono svolti gli esami e con quale frequenza?


Gli esami si svolgono a cadenza regolare, in più sessioni mensili, nella nostra sede in Alto Adige, a Cortaccia sulla Strada del Vino (BZ): una struttura accogliente, una scuola di posa con spazi di lavoro attrezzati e sale espositive, che offrono ai visitatori la possibilità di toccare con mano i nostri sistemi e una grande varietà di superfici di design.

Al più presto qualificheremo altre sedi, con l’obiettivo di rendere l’esame accessibile al maggior numero possibile di clienti e professionisti. Da oltre 15 anni, i corsi di formazione Sto offrono ad applicatori un’ampia proposta di percorsi standard o strutturati ad hoc sulle esigenze dei nostri clienti. In particolare, il corso base “Tecniche di applicazione dell’isolamento termico a cappotto” trasmette ai partecipanti i princìpi fondamentali per l’applicazione del cappotto termico. Fulcro dei nostri corsi è la parte pratica, in cui si apprendono le basi per una corretta posa, con la possibilità di mettere subito in pratica “il saper fare”, con il supporto costante di istruttori tecnici qualificati ed esperti.